L'epididimite o testicolo gonfio - antigeneprostaticospecifico

Clicca qui
IPERTROFIA PROSTATICA
Clicca qui
INFIAMMAZIONE DELLA PROSTATA
(PROSTATITE)
Antigene Prostatico Specifico
Cosa fare in caso di psa alto
Come abbassare il psa
Sito di informazione scientifica dove puoi ritrovare informazioni utili sull'antigene prostatico specifico - PSA.

Vai ai contenuti

L'epididimite o testicolo gonfio

Argomenti di interesse maschile
Dottore.... ho il testicolo gonfio che mi fa male !!
Se ti interessa , prima un po di anatomia
L'epididimite è la infiammazione dell'epididimo , la struttura dove gli spermatozoi , prodotti nel testicolo, maturano e si iniziano a muovere (volendo parlare figurativamente l'epididimo è la nursery degli spermatozoi).
Può colpire giovani  ed adulti.
Questa infiammazione può essere dovuta  ad una serie di cause non sempre infettive (cioè causate da batteri).
Comunque :
  • Infezioni del canale urinario date da E.Coli, da Clamidia, da Gonorrea , cioè germi che abitualmente si ritrovano nella uretra posteriore . Da qui questi germi possono risalire attraverso la prostata , il deferente  fino all'epididimo. Quindi i rapporti sessuali a rischio (senza preservativo) con persone infette possono essere a rischio per lo sviluppo di una epidididime. Raramente anche la tubercolosi può colpire l'epididimo (è una evenienza rara, ma va presa in considerazione data l'alta ricomparsa della malattia )
  • Interventi chirurgici dell'apparato urinario (quelli dove si opera la prostata )
  • I cateterismi vescicali, le disfunzioni congenite dei reni e della vescica.
  • I reflusso di urina dalla vescica nel deferente producono epididimite chimiche quando ad esempio si trattengono troppo le urine , o si sollevano dei pesi
  • L'assunzione di farmaci come l'amiodarone (un farmaco antiaritmico che si usa nella fibrillazione atriale)
  • Nei pazienti che hanno prostatiti acute o croniche ( come conseguenza anche di un massaggio prostatico)
  • Nei pazienti che soffrono di ipertrofia prostatica


Come si manifesta una epididimite ? Come faccio a dire che ho una epididimite ?
I sintomi della epididimite
  • Gonfiore, dolore e tumefazione del testicolo
  • Brividi e febbre
  • Disturbi urinari
  • Secrezioni dal pene
  • Incremento dei linfonodi inguinali
  • Secrezione dal pene
  • Deficit erettile ed eiaculazione precoce
Le manifestazione di una epididimite sono queste.
Inizialmente si avverte una dolenzia fastidiosa al testicolo (in genere dopo un giorno o due dal rapporto sessuale sospetto o da qualsiasi altra causa di quelle elencate : questo tempo è quello necessario ai germi per raggiungere l'epididimo, moltiplicarsi ed evocare la reazione infiammatoria di difesa dell'organismo  responsabile dei sintomi che avrete) :dolenzia fastidiosa che  si accompagna ad un progressivo aumento di volume del testicolo colpito che diventa gonfio , tumefatto e dolente ( come nella foto).
Quindi DOLORE , gonfiore, rossore o calore allo scroto. (che sono i cardini di qualsiasi processo infiammatorio).
oltre questo potrete avere :
  • Fastidio ad un testicolo ( raramente monolaterale). E' un dolore che può peggiorare con la defecazione.
  • La pipi può uscire con dolore e possono coesistere urgenza e frequenza minzionale (cioè dovete correre al bagno  e ci andate parecchie volte). (DISURIA)
  • Se nonostante questo dolore vi azzardate ad avere rapporti sessuali potrete avere eiaculazione dolorosa e sangue nello sperma. EMOSPERMIA
  • Brividi e febbre molto alta sono frequenti (FEBBRE)
  • Il rigonfiamento del testicolo può giungere a dimensioni anche di un melone.
  • Lateralemente all'inguine si possono gonfiare i linfonodi (inguinali)  che alla palpazione risultano dolenti ed ingrossati come fagioli.LINFOADENITE
  • Dolore o fastidio nella parte bassa dell’addome o nella regione pelvica. DOLORE SOVRAPUBICO
  • SE sono presenti secrezioni maleodoranti o giallastre dal pene l'interesso della prostata da infezione sessualmebnte trasmessa è la regola SCOLO
  • Può coesistere deficit erettile transitorio oppure eiaculazione precoce
MA CHE DEVO FARE SE HO QUESTI SINTOMI ?
E' molto importante andare subito dal medico (meglio se ai primi sintomi) ed assumere terapie antibiotiche ed antiinfiammatorie idonee per guarire ma sopratutto per evitare le complicazioni che possono essere importanti.
  • Ascesso scrotale, se i tessuti infetti producono pus,con possibili fistolizzazioni all'esterno (vds figura accanto)
  • Epididimite cronica, che può verificarsi se l’epididimite acuta non viene curata come si deve e diventa ricorrente,
  • Atrofia (restringimento) del testicolo colpito,
  • Diminuzione della fertilità (eventualità molto rara),
  • Interessamento del testicolo per diffusione dall'epididimo in questo caso si parla di orchi-epididmite.


Cosa deve fare in caso di epididimite ?
In caso di testicolo gonfio e tumefatoo vi consiglio di andare dal medico .
Questi lo vedrà , fara una palpazione dello scroto , valuterà se ci sono linfonodi inguinali ed in genere vi inviera al prosnto soccorso perfarvi vedere dallo specialista urologico.
Il medico, o lo specialista ,  potrànno  eseguire l’esplorazione rettale per controllare se la prostata è ingrossata e dolente, oppure prescrivere gli esami del sangue o la spermiocoltura o l'urinocoltura  per controllare se ci sono infezioni o altri problemi.
L'esame cardine comunque rimane la ecografia del testicolo , esame non invasivo, che esclude patologie acute come la torsione del funicolo spermatico (torsione testicolare) o il tumore al testicolo. Il medico può usare questo esame se i sintomi si sono presentati all’improvviso con un grave dolore e se gli altri esami non sono serviti.
In genere bastano questi esami.
Se proprio si vuole andare oltre si può eseguire una tac dei testicoli , ma in genere basta la ecografia.

Una temibile complicanza dell'ascesso scrotale
FISTOLA SCROTALE
ecografia di epididimo infiammato
ecografia di epididimo infiammato
Cosa si deve fare con un testicolo gonfio per epididimite
Epididimite cure e terapia

1. RIPOSO /MISURE IGIENICO DIETETICHE
Quando si gonfia un testicolo a causa di una epididimite  (sopratutto se di origine batterica ) ci si deve mettere a riposo  (a letto sdraiati) poichè per gravita nel testicolo si genera stasi ed il sangue circola peggio. Sdraiati per almeno due giorni e con lo scroto sollevato con un asciugamano (ad esempio).SE dopo vi dovete muovere potete usare un sospensorio (anche se parecchie persone ci si trovano male).
Evitare il consumo di alcol ed evitare inoltre il fumo, essendo per altro dei fattori di rischio per l’epididimite. L’astensione dal fumo riesce non solo a ridurre i sintomi, ma anche a prevenire una ripresentazione del problema.Particolare attenzione alla igiene intima. Astinenza sessuale obbligatoria: non si deve avere rapporti durante una epididimite.
2. GHIACCIO
Per dare sollievo dai sintomi è possibile applicare del ghiaccio sulla zona interessata, in modo da ridurre il gonfiore dello scroto ed allo stesso tempo si riesce in questo modo ad ottenere un sollievo dal dolore
3. TERAPIA IDRICA
Si deve bere almeno due litri di acqua al di : la idratazione accelera la guarigione.
4. ANTIBIOTICI
Poi si devono assumere antibiotici  , meglio se per via IM o EV (ma endovenosa a casa non si fanno) , oppure per via orale. Questa somministrazione deve continuare per almeno 10 giorni , anche se dopo due o tre giorni ci si sente gia meglio). Aspettare gli esami batteriologici non conviene. Conviene subito utilizzare antibiotici a largo spettro , anche di due tipi diversi , per poter debellare subito una infezione che può progredire velocemente.
Esempi di terapie:
Glazidim 1 grammo fiale intramuscolo : 1 fiala intramuscolo al di per 5 giorni poi levoflocacin 500 1 cpr al di per altri 10 giorni
Oppure  Tazocin 2,25 1 fiala intramuscolo ogni 12 ore per 5 giorni poi Levofloxacina  500 1 cpr al di per 10 giorni
Oppure  , nei soggetti giovani Cefixoral cpr 1 cpr al di per 10 giorni associato a Trozocina 1 cpr al di per tre giorni

Particolare attenzione va data quando il paziente è un giovane (anche minorenne). Le epididimiti nei giovani  sono aumentate data la promiscuità sessuale
.
5. ANTIINFIAMMATORI
Il loro uso è fondamentale . Possono essere usati per intramuscolo, supposte , per via orale.
Diclofenac, ketoprofene, bromelina sono farmaci cardine per il trattamento della epididimite.
6. RIMEDI NATURALI CON INTEGRATORI
Una serie di  fitoterapici  possono essere utili al fine di risolvere il problema nel caso di debba produrre una terapia lunga.
L'associazione di Serenoa (saw palmetto ), bromelina , urtica dioica, uva ursina, boldus chiamata  APOSER , estratto di SERENOA REPENS , UVA URSINA , BROMELINA , URTICA DIOICA, può contribuire al miglioramento dei sintomi senza ricorrere ai piu' potenti antiinfiammatori .
Mirtilli rossi ( MIRTIMAN ) e antibiotici naturali come il D-mannosio possono contruibuire a migliorare il quadro clinico.
Nelle infezioni da escherichia coli utile può essere Coliman (associazione di mannosio e di uva ursina AD ALTI DOSAGGI).

L’infezione DEVE ESSERE TRATTA ALTRIMENTI SI CORRE IL RISCHIO DI INTERVENIRE CHIRURGICAMENTE se non trattata in tempi adeguati

Chiaramente quando si tratta di una infezione sessualmente trasmessa anche il vostro partner si deve curare . Facendo inzialmente le stesse terapie.(Dopo , in caso di recidive sarà necessario effettuare un tampone vaginale oppure una urinocoltura).

Una volta terminata la terapia, è consigliabile ritornare dallo specialista /medico per una visita di controllo, per essere sicuri che l’infezione sia scomparsa.

Nella maggior parte dei casi, i sintomi regrediscono già dopo alcuni giorni di terapia antibiotica.
Capita che i sintomi possono non migliorare o addirittura proseguire  e peggiorare. In questi casi evidentemente l'antibiotico è sottodosato o sbagliato oppure , a sostenere la epididimite c'è una causa piu' grave. Sarà lo specialista a dirvi cosa fare .  Se nemmeno cambiato l'antibiotico si ottiene miglioramento , il medico potrà effettuare altri esami per capire se l’epididimite è causata da un’infezione batterica o da una malattia sessualmente trasmessa, oppure è stata una torsione testicolare oppure un tumore.

Se sfortunatamente si forma la temibile complicanza ascessuale può essere necessario l'interveto di incisione pr il drenaggio del pus.

Nei casi piu' ostici sarà necessario , in certi pazienti, procedere all’intervento di epididimectomia (rimozione chirurgica dell’epididimo) parziale o totale oppure alla orchiectomia. L’intervento chirurgico può anche essere utile se l’epididimite è causata da malformazioni anatomiche, però in questo caso ,  molti pazienti continueranno a soffrire di dolore allo scroto anche dopo l’intervento.

Terapia della epididimite
  • Riposo a letto, borsa del ghiaccio, astinenza sessuale, sospensorio
  • Antibiotici (se batterica)
  • Antiinfiammatori
  • Rimedi naturali (Integratori)
  • Chirurgia (epididimectomia)
Spesso nell'uomo le epididimiti vengono perchè la partner ha la cistite
LA PIU' ALTA CONCENTRAZIONE DI MIRTILLO PER COMPRESSA
IN COMMERCIO AL MIGLIOR PREZZO
in farmacia
(on line su siti autorizzati)
Infezioni da Escherichia Coli  ?
COLIMAN  2 COMPRESSE ALLA SERA PRIMA DI ANDARE AL LETTO  DOPO AVER URINATO
L'epididimite batterica ricorrente, secondaria a uretrite cronica o prostatite incurabili, occasionalmente può essere prevenuta dalla legatura del deferente (vasectomia). Talvolta, l'epididimite cronica richiede un'epididimectomia per la risoluzione dei sintomi, sebbene in alcuni pazienti possa persistere un forte disagio. I pazienti che devono portare un catetere uretrale a permanenza sono predisposti a sviluppare epididimite ricorrente e orchi-epididimite. Si dovrebbe prendere in considerazione la vasectomia profilattica bilaterale nei pazienti con episodi ricorrenti per anomalie strutturali. Possono essere utili il posizionamento di una cistostomia sovrapubica o l'istituzione di un regime di autocateterizzazione.
Il trattamento dell'epididimite non batterica è simile, salvo per il fatto che la terapia antimicrobica non è efficace. Il blocco nervoso del cordone spermatico con una soluzione anestetica locale può fornire un sollievo sintomatologico.
Torna ai contenuti